Visitare Napoli coi bambini senza pensieri e in tutta leggerezza.

Care mamme e cari papà, ribloggo questo articolo perché trovo che non ci sia mese migliore di maggio per visitare Napoli con la famiglia.
È stata infatti inaugurata ieri 23 aprile la manifestazione ormai storica “Maggio dei Monumenti” che si svolgerà a Napoli fino al prossimo 2 giugno 2015.
Il titolo di quest’anno “O core ‘e Napule | Cori, cuori e colori di Napoli”condensa alla perfezione il senso di tutte le proposte culturali pensate per l’iniziativa.
Grandi numeri per questa ventunesima edizione. Oltre 600 percorsi, passeggiate, 200 eventi tra cui concerti e spettacoli, 40 appuntamenti tra incontri, letture e convegni e 40 mostre d’arte, insomma tutta una serie di attività che seguiranno quelli che sono, appunto, i cori, i cuori ed i colori della città. Non mancheranno ovviamente percorsi e attività dedicate ai bambini! Il tutto inaugurato con un prologo in quest’ultimo fine settimana del mese di aprile dedicato a Giacomo Leopardi, alla sua vita e le sue opere, in occasione del restauro della tomba del poeta nel parco Vergiliano di Napoli.
Per le altre 5 settimane di maggio ci saranno dei colori diversi che identificheranno i diversi percorsi proposti nel segno dei “mill culure” di Pino Daniele, cui è dedicato il Maggio dei Monumenti: rosso, nero e bianco, blu, giallo, verde. Ad ognuno sarà associata una settimana ricca di eventi. Il verso di Pino Daniele, “Napul è mille culure” conferma la passione che pervade un’intera città. Per gli amanti della musica sappiate che al bluesman napoletano saranno dedicati degli itinerari speciali in collaborazione con la mostra Rock!.

Ecco un accenno al programma

1 – 7 maggio 2015 – Settimana rossa – il colore del sangue e della passione
8 -14 maggio 2015 – Settimana nera e bianca – come i tasti del pianoforte, la musica, i cori e gli strumenti.
15 – 21 maggio 2015 – Settimana blu – il colore del cielo e del mare
22 – 28 maggio 2015 – Settimana gialla – ispirato al colore del tufo dei palazzi e dell’oro dei tesori di Napoli
29 – 2 giugno 2015 – Settimana verde- il colore dei parchi, dei giardini nascosti e dei chiostri.
Naturalmente gli eventi e le visite rispecchieranno il “tema” della singola settimana in cui si svolgeranno.

A questo link trovate il programma completo

http://www.comune.napoli.it/flex/cm/pages/ServeBLOB.php/L/IT/IDPagina/26785

MAMME SUPER

2015/01/img_1984-0.jpg
Se siete mamme a cui piace viaggiare sappiate che Napoli è una meta stupenda, almeno una volta nella vita bisogna visitarla…e da napoletana che ha cambiato città posso dire che a rovinarne la reputazione è in gran parte la cattiva pubblicità…i panorami mozzafiato, il calore della gente, i vicoli, i mille colori, l’odore del mare (per dirla alla PINO – grazie grande uomo e artista!) valgono la pena un viaggio breve o lungo che sia!
Dunque, se non vi lasciate scoraggiare, il mio consiglio per voi mamme in visita a Napoli e/o dintorni, con bambini piccoli al seguito, è di stare senza pensieri…alleggerire la mente e soprattutto il carico!

E per quest’ultimo fine ci viene incontro Ilenia, mamma super di Greta e Andrea, 3 anni, e ideatrice di BabyOnTour Napoli, agenzia di noleggio articoli per bambini per le famiglie in visita a Napoli e dintorni.

“Prima di avere Greta, viaggiavo…

View original post 316 altre parole

Annunci

“Genitori si diventa”, programma radiofonico dedicato ai genitori, ospita Mamme Super

  

 

Care Mamme e cari Papà, oggi essere genitori non è più solo una questione di istinto…è chiaro ormai quanto informarsi e “istruirsi” su come si possa vivere al meglio il rapporto con i nostri figli sia di fondamentale importanza. Ecco che un contributo  in tal senso ce lo fornisce un interessante programma radiofonico dedicato a noi aspiranti genitori Super.


Sto parlando di #genitorisidiventa, il programma di Radio Cusano Campus dedicato alla genitorialità a tutto tondo: pedagogia, psicologia, libri, eventi ed associazioni per raccontare ogni giorno l’universo di figli e genitori.


Lunedì 27 aprile il programma ospiterà in diretta Mamme Super! Parleremo del nostro progetto, di com’è nata l’idea di Mamme Super e di altri argomenti trattati nel nostro blog.


L’appuntamento è alle 11.00 in diretta, dal lunedì al venerdìsugli 89,100 oppure in streaming sul sito www.radiocusanocampus.it

 

Radio Cusano Campus è la radio dell’Università Niccolò Cusano. 

 

  

Corso di Cucina Benessere 

  

Care Mamme Super-attente al mangiar sano, è stata presentata oggi la Seconda Edizione del Corso di Cucina Benessere presso Healthy, centro polisettoriale sito nel cuore del Vomero a Napoli, in collaborazione con l’endocrinologo Prof. Matarese e l’Associazione Le radici del Benessere.  Un percorso unico attraverso il quale scoprire che la prima vera prevenzione è a tavola! 

Il corso di Cucina Benessere dimostra che è possibile mangiare bene e con gusto, cambiando alcune abitudini alimentari e arricchendo il nostro bagaglio di informazioni. I partecipanti impareranno i principi della corretta composizione dei piatti ed avranno a disposizione strumenti utili per poter riprodurre le ricette facilmente a a casa, nella propria cucina. 

Le date: 

Martedì 21 aprile ore 10:00 Via Merliani 118 

Martedì 28 aprile ore 10:00 Piazza Medaglie d’oro 

Martedì 5 maggio ore 10:00 Piazza Medaglie d’oro 

Martedì 12 maggio ore 10:00 Piazza Medaglie d’oro 

Martedì 19 maggio ore 10:00 Piazza Medaglie d’oro 

Alla fine del corso, i partecipanti mangeranno insieme le portate cucinate durante la lezione pratica!

Per info, costi e conferme partecipazione 0815584710 3473867390

Quali sono i cibi da evitare in gravidanza?

 


La gravidanza è un momento di gioia, di trasformazione del corpo e anche di maggiori attenzione a quello che si mangia. E non soltanto per una questione di linea, ma soprattutto per evitare rischi di contrarre malattie, alcune delle quali, come la Toxoplasmosi e la Listeriosi, sono molto pericolose per lo sviluppo del feto. Ecco dunque alcuni chiarimenti su quei cibi che dovrebbero essere evitati durante tutti i 9 mesi della gestazione.


Il crudo non fa (sempre) male

Il primo tema da affrontare è quello della carne e del pesce che non vengono cotti prima del consumo. Se con la carne consigliamo massima cautela, senza fare distinzioni tra maiale e manzo, per quanto riguarda il pesce invece possiamo stare più tranquille. Il pesce crudo è sottoposto ad abbattitura, procedura che lo rende generalmente sicuro per il consumo anche a crudo. Ne è la riprova la dieta delle donne giapponesi, che anche in gravidanza non rinunciano a qualche pezzo di sushi o a qualche taglio di sashimi.


Il problema dei salumi

I salumi non cotti, come salame e prosciutto crudo, andrebbero evitati durante tutta la gestazione. Questo perché il sale, sebbene sia in grado di conservare le carni, non è sempre in grado di eliminare tutti i parassiti che possiamo incontrare in un pezzo di carne. Discorso invece ancora diverso per i salumi cotti, come prosciutto cotto e mortadellaSi tratta di prodotti generalmente ok, che possono essere consumati senza troppi problemi.


Le uova

Le uova possono essere consumate a patto che siano state cotte. per quanto riguarda quelle presenti nelle preparazioni tipo crema e dolci, devono essere pastorizzate prima del consumo. Il rischio di salmonellosi è sempre dietro langolo e sicuramente non ne vale la pena.


I latticini

I latticini possono essere consumati durante la gravidanza, a patto che però provengano esclusivamente da latte pastorizzato. Le preparazioni per le quali non possiamo essere sicure della provenienza, devono essere accantonate non solo durante la gravidanza, ma anche al di fuori della gestazione: si tratta di prodotti pericolosi per la salute che non vanno mai e poi mai consumati.

Per il resto via libera ai latticini, anche quelli che contengono muffe controllate come il gorgonzola.

Mi è capitato di essere felice

Se Non Ora Quando FACTORY

Di Francesca Comencini.  Domenica, 19 Aprile 2015

sahel_salgado

Mi è capitato di essere felice, in questa giornata. Di godere delle cose della vita, della mia vita di donna non più giovane che ha imparato ad accontentarsi e cerca di non giudicare, che si è addolcita e non sogna ogni minuto di cambiare il mondo. Sono stata felice di avere amici, di stare stesa su un prato, di guardare le margheritine, di bere un bicchiere di vino, di sentire il venticello sulla faccia, di essere accolta dal sorriso di mia figlia.

Sì, con gli anni il tempo rimasto si riduce e questo suo scorciarsi illumina di più intensa meraviglia ogni piccola cosa e dunque anche oggi, in questa domenica di aprile, mi è capitato di essere felice. Sapevo, avevo avuto la notizia, eppure lo stesso ho continuato la mia giornata e mi ha persino colto la felicità. Una felicità piccola quanto smisurata…

View original post 519 altre parole

“NASCERE A ROMA” – Dove e come partorire nella Capitale.La prima guida gratuita per future mamme in DVD

image

Per tutte le future mamme che intendono partorire a Roma ma non sanno come orientarsi nella scelta della struttura e hanno dubbi su come gestire il post-parto, ecco in arrivo domani 10 Aprile 2015 presso 700 farmacie di Federfarma Roma  la II edizione di “NASCERE A ROMA”, la prima guida gratuita di orientamento al parto in DVD, che aiuta nelle scelte legate alla gravidanza e alla nascita del proprio bimbo, ricca di clip video realizzate in 14 punti nascita (quelli che contano più di 1.000 parti) ed interviste ad esperti. 

Distribuita gratuitamente lo scorso giugno in 15.000 copie nelle farmacie, grazie all’importante collaborazione di Federfarma Roma, la guida è andata esaurita in pochi mesi mentre la richiesta continua ad essere costante. Ed ecco dunque che il 7 aprile in Campidoglio è stata presentata la seconda edizione di “Nascere a Roma” (da un’idea di Laura Ricci, regia Luigi Rotondo, per la parte giornalistica Francesca Romana Gigli e Patrizia Notarnicola), patrocinata dall’Assessorato alla Scuola, Sport e Partecipazione dei Cittadini di Roma Capitale e prodotta da Leeloo srl e Studiomaker sas.

Dal 10 aprile saranno reperibili presso le 700 farmacie di Federfarma Roma altre 15.000 copie con aggiornamenti e nuovi contenuti.

Uno strumento utile e capace di dare un aiuto concreto nella scelta della struttura in cui partorire e nell’affrontare dubbi e paure subito dopo il ritorno a casa. E’ stato questo il giudizio unanime ed entusiasta dei genitori romani su “Nascere a Roma”.

Oltre agli aggiornamenti su alcuni cambiamenti avvenuti nelle strutture visitate (Casilino, Città di Roma, Cristo Re, Fabia Mater, Fatebenefratelli Isola Tiberina, Policlinico Gemelli, Grassi di Ostia, Pertini, San Camillo, Santa Famiglia, San Filippo Neri, San Giovanni Addolorata, San Pietro, Policlinico Umberto I), la seconda edizione di “Nascere a Roma”offre ulteriori spunti. Tra le novità, nel capitolo degli esperti, l’intervista allo psicoterapeuta Antonio Fenelli su un tema delicato, forse ancora un tabù per molte coppie: il sesso in gravidanza e subito dopo il parto. I rapporti sessuali possono creare danni al nascituro o invece portano benefici? Ci sono delle differenze a seconda dei trimestri della gravidanza?
Come recuperare l’intimità della coppia dopo la nascita? “Nascere a Roma” ha cercato le risposte con il consueto obiettivo di informare ed aiutare.
La clip “Chi ben comincia” offre preziosi consigli sul ritorno a casa.
E poi c’è la preparazione della valigia per andare a partorire, il rito che agita le donne talvolta anche mesi prima: un divertente video, realizzato con la tecnica stop-motion, ricorda alle partorienti quello che è utile portare in ospedale per sè e per il proprio bambino.

Infine con questa seconda edizione parte l’iniziativa “Raccontaci il tuo parto”: le mamme e i papà potranno inviare il proprio videomessaggio o una foto all’indirizzo info@nascerearoma.it per testimoniare uno dei momenti più importanti della loro vita. I più belli saranno pubblicati sui canali di “Nascere a Roma” (facebook, twitter e youtube) e nella prossima edizione della guida.

Nascere a Roma” fa parte del più ampio progetto “Nascere in Italia” che le società produttrici Leeloo srl e Studiomaker sas intendono realizzare con approfondimenti in ogni regione italiana. La prossima tappa sarà Milano per raccontare il percorso nascita del capoluogo lombardo con “Nascere a Milano”, che sarà presentato a giugno 2015.

La II edizione di “Nascere a Roma” è stata realizzata con il sostegno di Artsana s.p.a. e
l’esperienza dell’Osservatorio Chicco, Sanofi Pasteur MSD e Mammamatta.

Info e contatti:

Yoga in gravidanza e post parto: per vivere questo momento in armonia con se stesse

IMG_2149

Da praticante di yoga e riconoscente verso questa disciplina e verso le mie “maestre” per i benefici che hanno apportato alla mia salute e alla mia vita, desidero fornire alcune informazioni utili a tutte le donne, in particolare alle future mamme e alle neo-mamme. Sono certa che ogni momento della propria vita è quello giusto per iniziare a praticare Yoga, ma dalla mia esperienza posso dire che se si sta per attraversare o si sta presentando un cambiamento, di qualsiasi natura, allora questo è proprio il momento migliore per iniziare la pratica dello Yoga.
Ringrazio Emanuela per le preziose info fornitemi, Selene, mia maestra di “sopravvivenza”, e infine Simona, mia maestra del “cambiamento”.

Yoga: per conoscere se stessi e vivere in armonia

Yoga in sanscrito significa unione, è una disciplina completa che ha avuto origine in India migliaia di anni fa. E’ il più antico metodo di crescita personale, il cui scopo è il raggiungimento della pace interiore e della consapevolezza di noi stessi e dei cambiamenti che avvengono a livello fisico e mentale. Lo Yoga mira a sviluppare il corpo, la mente e lo spirito in modo naturale, attraverso esercizi di scioglimento e semplici posizioni, tecniche di respirazione e tecniche di rilassamento. Le posture (asana), statiche o dinamiche, devono essere assunte senza sforzo e senza mai oltrepassare i propri limiti fisici o forzare il movimento; la respirazione (pranayama) consiste di tecniche volte all’acquisizione del corretto meccanismo di inspirazione-espirazione; il rilassamento è volto a migliorare la concentrazione e ad allontanare ansie e tensioni portando il corpo al completo abbandono e la mente ad un elevato stato di coscienza. A livello fisico, la pratica dello Yoga tende a favorire il benessere di ogni singola parte del corpo agendo in maniera dolce su muscoli, sistema scheletrico, articolazioni, organi interni ed intervenendo nel ripristinare il giusto equilibrio tra di essi e mantenere e/o migliorare lo stato di salute. A livello mentale, lo Yoga agisce aumentando la concentrazione, rendendo consapevole l’azione, favorendo la stabilità emotiva e l’intuizione, allontanando lo stress e aumentando l’energia positiva.

Yoga per le future mamme

Durante la gravidanza, ogni donna intraprende un viaggio attraverso trasformazioni fisiche e mentali che, con gradualità, la condurranno al parto. Lo Yoga predispone le future mamme a percepire il corpo, gestire i cambiamenti in maniera serena e positiva e trasmettere al bambino uno stato di calma dovuto a tecniche fisiche e pratiche di respirazione e rilassamento. Le tecniche di respirazione producono benefici effetti sia sul corpo sia sulla mente e possono esser praticate durante tutta la gravidanza fino al momento del parto stesso. Ad ogni trimestre, gli scioglimenti e le posizioni saranno adeguati alle trasformazioni del corpo in modo da apportare beneficio e sollievo ai più comuni disturbi legati alla gestazione (in particolare quelli a carico della colonna vertebrale) senza provocare disagi o arrecare danni.

Per praticare yoga prenatale non è necessario aver precedentemente seguito un corso. Le mamme neofite dello yoga avranno maggior attenzione nel dedicare tempo a comprendere e assimilare le posizioni, senza forzare i movimenti e lasciando che sia la postura ad adeguarsi al corpo e non il contrario. Per le mamme che hanno già esperienza di yoga, la raccomandazione sarà quella di tener conto dei cambiamenti del corpo e della necessità di adeguare posture già conosciute senza voler a tutti i costi eseguire le pratiche fisiche come lo si faceva prima della gravidanza.
Le lezioni prevedono: tecniche per lo scioglimento e la flessibilità articolare e muscolare, esercizi per il pavimento pelvico, per la flessibilità della colonna vertebrale (prevenzione del mal di schiena), esercizi per la flessibilità dei muscoli dell’anca e del bacino, posizioni antalgiche da assumere in travaglio. Tecniche di respirazione diaframmatica, toracica e clavicolare e loro applicazione in gravidanza e durante il travaglio. Pratiche di rilassamento guidato. Al termine del percorso, verranno proposte tecniche di respirazione per la rieducazione del respiro toracico e suo potenziamento, simulazioni delle varie fasi del travaglio e della fase espulsiva.

Yoga prenatale trimestre per trimestre e Yoga post parto

Primo trimestre: si suggerisce di iniziare la pratica di yoga prenatale dopo la 16a settimana poiché nel 1° trimestre il corpo deve aver il tempo di adattarsi ai cambiamenti ormonali e al rapido sviluppo del bambino. Consigliate sono le tecniche di respirazione yogica sotto la guida di istruttori qualificati più che la pratica fisica.

Secondo trimestre: è il periodo migliore per praticare Yoga Prenatale. Nonostante il corpo cambi e la stanchezza cresca, il pancione non impedisce ancora i movimenti e la pratica costante prepara per i notevoli cambiamenti delle settimane a venire. Consentire al sangue di defluire correttamente verso l’utero.

Terzo trimestre: a livello sia fisico sia mentale l’ultimo trimestre è molto impegnativo. Nei mesi precedenti la mamma praticante di Yoga ha imparato a conoscere il proprio corpo, ha assistito ai vari cambiamenti con serenità e consapevolezza e, soprattutto, ha imparato a conoscere ed accettare i propri limiti.

Post-parto: a conclusione di un così importante percorso, la neomamma dovrebbe trovare un piccolo angolo di spazio e tempo da dedicare in completa serenità a se stessa, per ripristinare il rapporto tra interiorità ed esteriorità, per riprendere contatto con la propria fisicità. Le posture yoga agiscono sulle articolazioni, tonificano i muscoli (con particolare attenzione ai muscoli addominali, dorsali, del pavimento pelvico), favoriscono il riassetto posturale e stimolano il sistema linfatico e circolatorio. Attraverso le tecniche di respirazione si agisce armonizzando corpo, sensi e mente grazie al migliorato apporto di ossigeno con conseguente beneficio sia a livello fisico sia mentale ed emozionale.

Per contatti:

Centro Yoga Armonia – Napoli Vomero
Emanuela 3395074679
Insegnante Yoga – Naturopata in Ᾱyurveda

Associazione Alchemia – Roma Monteverde
Simona 3386191610
Insegnante Yoga

Visitare Napoli coi bambini senza pensieri e in tutta leggerezza.

2015/01/img_1984-0.jpg
Se siete mamme a cui piace viaggiare sappiate che Napoli è una meta stupenda, almeno una volta nella vita bisogna visitarla…e da napoletana che ha cambiato città posso dire che a rovinarne la reputazione è in gran parte la cattiva pubblicità…i panorami mozzafiato, il calore della gente, i vicoli, i mille colori, l’odore del mare (per dirla alla PINO – grazie grande uomo e artista!) valgono la pena un viaggio breve o lungo che sia!
Dunque, se non vi lasciate scoraggiare, il mio consiglio per voi mamme in visita a Napoli e/o dintorni, con bambini piccoli al seguito, è di stare senza pensieri…alleggerire la mente e soprattutto il carico!

E per quest’ultimo fine ci viene incontro Ilenia, mamma super di Greta e Andrea, 3 anni, e ideatrice di BabyOnTour Napoli, agenzia di noleggio articoli per bambini per le famiglie in visita a Napoli e dintorni.

“Prima di avere Greta, viaggiavo parecchio” racconta Ilenia, “una volta diventata mamma non ho voluto rinunciare a questa passione. Ma quando ho fatto il primo viaggio con Greta (all’epoca 15 mesi) in Spagna e da sola con un’amica senza figli e senza esperienza, portando il passeggino, oltre ai bagagli e a tutto il necessario per mia figlia, non mi è sembrata una vera vacanza…Una volta rientrata a Napoli, ho pensato che se al mio arrivo a Barcellona avessi trovato il passeggino, un seggiolino auto, un vasino, pannolini e quant’altro mi sarei stressata molto meno…e soprattuto il passeggino non si sarebbe distrutto, visto che in aereo viene posto nella stiva! Così, facendo una ricerca sul web, ho scoperto l’esistenza di agenzie di noleggio di articoli per bambini a servizio dei viaggiatori nelle principali città di tutto il mondo, incluse Roma e Milano, ma non a Napoli! E ho deciso pertanto di avviare questo progetto.”

Less stress more fun. Viaggiare senza pensieri. Questo il motto di BabyOnTour Napoli. “Il mio obiettivo,” precisa Ilenia, “è rendere le vacanze per chi si reca nella mia splendida città più leggere e senza pensieri, in qualunque modo si viaggi, che sia in auto, in treno o in aereo.”
Andando sul sito http://www.babyontournapoli.com, si può facilmente noleggiare tutto l’occorrente per le famiglie che sono in viaggio a Napoli e dintorni: passeggini, seggiolini auto, seggioloni pappa, lettini da campeggio, marsupi portabebè, marsupi trekking e tanto altro. Su richiesta BabyOnTour Napoli fornisce anche pannolini, salviette, etc. E assicura che tutti gli articoli vengono puliti, lavati ed igienizzati ad ogni singolo utilizzo. L’agenzia è aperta h24, tutti i giorni, ed il personale operativo effettua consegne e ritiri in tutta la Campania. Inoltre, il servizio presso l’aeroporto di Capodichino è gratuito.

E per tutte le iscritte al nostro blog MammeSuper viene riservato uno sconto speciale compilando questo form:

Per info:
BabyOnTour Napoli
Baby Equipment Rental – Noleggio Articoli per Bambini
http://www.babyontournapoli.com
info@babyontournapoli.com

Resoconto del blog Mamme Super per l’anno 2014! Cominciamo bene il 2015!

I folletti delle statistiche di WordPress.com hanno preparato un rapporto annuale 2014 per questo blog.

Ecco un estratto:

Una metropolitana a New York trasporta 1 200 persone. Questo blog è stato visto circa 5.000 volte nel 2014. Se fosse una metropolitana di New York, ci vorrebbero circa 4 viaggi per trasportare altrettante persone.

Clicca qui per vedere il rapporto completo.

Mamma! Quando te ne vai, salutami!

Ho sempre sostenuto questa teoria. Essere autentici con i propri figli, dir loro la verità sin da quando sono piccoli….

Quando sono rientrata al lavoro mentre mio figlio aveva pochi mesi, ogni volta i primi tempi era dura salutarlo e vederlo piangere disperato…ma poi, giorno dopo giorno, ha accettato sempre più facilmente questa separazione fino a salutarmi con un sorriso….

Ecco perché condivido volentieri questo articolo.

Mamma! Quando te ne vai, salutami!.